Passeggiate dei fiori Val Mara

Legenda: Nome italiano, nome latino (famiglia botanica)

Mese di maggio

Pianta del mese

Narciso del Lago Maggiore, Narcissus x verbanensis (Amaryllidaceae)

  Narciso del Lago Maggiore  ,   Narcissus x verbanensis   (Amaryllidaceae)

Narciso del Lago Maggiore, Narcissus x verbanensis (Amaryllidaceae)

In questi giorni è difficile non notare il tappeto bianco che copre uno dei prati sopra Devoggio. Si tratta di una fitta popolazione di Narcisi del Lago Maggiore. Questo fiore profumato può essere osservato anche in altri prati lungo il Sentiero dei Cinque Comuni, ma in densità minore (cfr. piano). Come indica il nome, il Narciso del Lago Maggiore è presente esclusivamente nella regione insubrica dei laghi. Per questo motivo si parla di pianta “endemica” o “endemica per la regione”. Dal punto di vista naturalistico, le specie endemiche hanno un alto valore e sono protetti in modo prioritario. Il Narciso del Lago Maggiore è protetto a livello cantonale ed è quindi proibito raccoglierne i fiori. Anche se il Narciso del Lago Maggiore era sicuramente noto alla popolazione locale già da lungo tempo, questa specie è stata descritta solamente nel 1837 dal prete, poeta, botanico e illustratore inglese William Herbert. Quest’uomo era famoso già ai suoi tempi: è stato infatti lodato per le sue conoscenze botaniche da Charles Darwin in persona nel suo famoso libro “Sull’origine delle specie”. Una piccola usanza dei tempi passati, quando la pianta era molto più diffusa: la gente con discrezione raccoglieva alcuni esemplari che immersi in acqua tinta d’inchiostro si coloravano di vivaci colori. Al giorno d’oggi, la sopravvivenza di questa stupendo fiore dipende di una gestione agricola non troppo intensiva.

Erbe

  • Aquilegia scura; Aquilegia atrata (Ranunculaceae)
  • Cefalantera maggiore; Cephalanthera longifolia (Orchidaceae)
  • Cerfoglio selvatico; Anthriscus sylvestris (Apiaceae)
  • Erba lucciola maggiore; Luzula nivea (Juncaceae)
  • Narciso del Lago Maggiore; Narcissus x verbanensis (Amaryllidaceae)
  • Ortica giallastra; Lamium galeobdolon subsp. flavidum (Lamiaceae)
  • Scolopendria comune; Phyllitis scolopendrium (Aspleniaceae)
  • Silene rupestre; Silene rupestris (Caryophyllaceae)
  • Stellina cruciata; Asperula taurina (Rubiaceae)
  • Salvia comune; Salvia pratensis (Lamiaceae)
  • Silene ciondola; Silene nutans (Caryophyllaceae)
  • Moehringia muscosa; Moehringia muscosa (Caryophyllaceae)

Alberi e arbusti

  • Citiso scopario; Cytisus scoparius (Fabaceae)
  • Nespolo volgare; Mespilus germanica (Rosaceae)
  • Robinia; Robinia pseudoacacia (Fabaceae)
  • Sambuco comune; Sambucus nigra (Adoxaceae)