Arogno, dove ha sede la MemoMara,
è un esempio di laboratorio nella natura pieno di attività…

 

Memogiochi

Memogiochi

Durante la primavera 2010 (anno internazionale della biodiversità),
grazie al Memogiochi del Monte Generoso, gli allievi delle scuole elementari
hanno imparato a riconoscere gli animali e le piante del territorio.

…ma non solo…

A Mesocco, gli allievi delle scuole secondarie, dopo una giornata di attività nelle selve castanili
e nelle preziose paludi del San Bernardino, hanno approfondito le loro conoscenze
fino a redigere i testi per il libretto che accompagnerà un gioco con le specie di questi e altri biotopi.

 

L’idea è proprio quella di sviluppare attività per far conoscere attraverso il gioco il mondo animale e vegetale che ci ritroviamo sulla porta di casa.


La messa in comune di: idee, conoscenze, esperienze e creatività potrebbe far nascere nuovi progetti ludici e didattici nei vostri paesi.

 

 

Le idee di Memomara per conoscere la natura sono numerose...

Come insegnare biologia ai bambini?

È possibile conoscere i prati attraverso la pittura?

È questa la domanda fondamentale cui Memomara ha tentato di rispondere in questo progetto. In questo caso, si è privilegiato il contatto emotivo degli studenti delle scuole elementari con l'ambiente che li circonda.

Caleidoscopio di fiori ha cercato di far avvicinare i bambini ai prati secchi che li circondano, insegnando loro la biodiversità di cui sono composti e invitandoli ad un approcio artistico, in modo che non solo imparino a conoscerli, ma anche ad apprezzarli e sviluppino così una sensibilità volta alla conservazione dell'ambiente.

Dato il successo del lavoro, si è deciso di cristallizzarlo in un libro di prossima pubblicazione con i disegni dei ragazzi, in modo che possa servire da base e stimolo per nuovi lavori di questo tipo.